Our Symbols back to Homepage
Perchè un simbolo di famiglia? Non siamo nobili e di certo non abbiamo cercato nell’araldica di famiglia, comunque abbiamo un simbolo di famiglia ed anzi il simbolo è evoluto nel tempo con noi.
All’inizio era un poco per gioco ed un poco per l’esigenza di avere una parte grafica sul nostro sito, poi a poco a poco ci siamo affezionati ad averne uno e ne abbiamo fatto il simbolo del “Vacirca Saling Team” e alla fine persino un tatuaggio di tutta la famiglia.
Da quando abbiamo iniziato nel 2003, abbiamo avuto tre simboli che hanno sempre rappresentato la nostra famiglia con significati e grafiche diverse
 
Il primo simbolo è nato poco per volta con l’arrivo delle figlie. Con la nascita delle gemelle infatti avevo voluto fare un regalo speciale per Laura: avevo recuperato un amico di Benasso a Valenza che faceva gioielli su disegno ed ero andato a chiedergli di creare una farfalla più grande da collana che rappresentasse Laura e poi due farfalline uguali e più piccole come orecchini a rappresentare Paola e Claudia. Due anni dopo, all’arrivo di Silvia sono andato dallo stesso gioielliere a chiedergli un braccialetto con tre farfalline uguali alle precedenti, insieme a due cuori (noi due). Infine nel 2003 all’arrivo di Flavia abbiamo deciso che il nostro simbolo doveva essere fatto da 4 farfalle, le nostre 4 bellissime figlie.
Io non sono noto per le mie doti grafiche, e al tempo il sito era costruito su “frontpage”, un oggetto veramente poco flessibile e grafico….quindi mi limitai a provare varie combinazioni su powerpoint e alla fine Laura scelse queste tre immagini. Nasceva il Vacirca.com e con esso il nostro primo simbolo.

 

 

 

 
Il secondo simbolo è stato sicuramente una evoluzione del primo ed è nato durante un viaggio in auto di ritorno da Dervio. Eravamo tutti stanchi e felici dopo una giornata di vela in cui eravamo usciti tutti e 6. A un certo punto a Paola è venuta l’idea di che eravamo tutti un sailing team, forse negli anni successivi si è un poco pentita dell’idea che senza dubbio ha causato qualche sfottò dagli amici, ma sul momento eravamo tutti esaltati dall’idea.
Abbiamo subito cominciato a pensare al simbolo che avrebbe dovuto avere 4 farfalle, ma doveva essere decisamente più bello e più moderno di quello del sito. Paola e Mamma, con l’aiuto di tutte si sarebbero occupate del merchandising (borse, cappellini, giubbotti, asciugamani ecc) mentre papà doveva occuparsi del logo e degli adesivi….e della sponsorizzazione in Euro 🙂
Con la solita efficienza di mamma, eravamo pronti in meno di un mese. Io non sapevo bene come fare per il logo e mi rivolsi al mio amico Fred che è sicuramente più creativo di me e se non lui conosceva sicuramente qualcuno capace. Fred fu gentilissimo ci mandò tre proposte e dopo votazione di tutte scegliemmo il simbolo del VST, che ci accompagna tutt’ora.
Più o meno nello stesso periodo abbiamo migrato il sito su WordPress e abbiamo cambiato il simbolo anche sul sito.

 

   

 

 

 

 
Infine l’ultimo simbolo, questa volta voluto e pensato dalle ragazze. Non conosco bene la genesi del progetto, comunque durante il bellissimo week end ad Angor Wat in Cambogia, le ragazze e la mamma mi hanno viziato coccolandomi e dandomi un regalo per ogni sera…. e all’ultima sera il regalo era un disegno su un foglietto.
Alla mia faccia stupita le ragazze mi hanno spiegato che l’idea era di rae un tatuaggio di famiglia, tutti uguale e che il simbolo avrebbe rappresentato la nostra famiglia e la nostra unione negli anni a venire. Inutile dire che mi sono commosso ed ho accettato. Fare fare un tatuaggio a Flavia di 13 anni mi sembrava un poco prematuro, e per 49 anni io non lo avevo fatto… ma tant’è il lunedì successivo eravamo tutti in fila dal tatuatore in plaza Singapura….
Le ragazze sulla caviglia, mamma sulla schiena e papà sulla spalla. 
Il simbolo scelto dalle ragazze si chiama “endless Knot” – nodo infinito ed ha un significato legendario e mitico in Asia per le culture Tibetana, Mongole e Cinesi e rappresenta tante cose, e tra queste c’è l’indissolubilità dei rapporti. Inoltre la figura ha sei zone periferiche ben definite, 4 di area uguale tra loro e due più grandi, quindi perfetto a rappresentare tutti e 6 (e non più solo le 4 figlie).
C’è molto materiale sull’endless knot, se avete voglia ecco il link: Wikipedia

 

 

 

 

 

 

go back to the top